Brunch e Snack, Dolci, Step by Step

FETTE BISCOTTATE HOME MADE di Kamut e Malto

Una volta non andavo mai al supermercato senza la lista della spesa. Adesso non ci vado mai senza gli occhiali per leggere le etichette dei prodotti !! ehhhh si…. per quanto lo si faccia con eleganza ma allontanare la scatola e strizzare gli occhi per mettere a fuoco quelle scritte a carattere times new roman grandezza 5………è imbarazzante ! molto meglio un bel paio di occhiali griffati che danno un tono  e finalmente vedo cosa contengono le fette biscottate che sto per mettere nel carrello. E dopo aver letto gli ingredienti quasi sempre le ripongo sullo scaffale perché “potrebbero contenere tracce di questo, di quello ” e il questo o quello sono sempre cose che io non posso mangiare. La colazione è molto importante per me e mi prendo sempre il tempo di farla con calma, rigorosamente a casa. Alterno molto , sia il tipo di latte  – comunque sempre vegetale – sia la frutta, fresca o secca che sia, sia i carboidrati e cereali, dal pane di kamut alle fette di farro, dai fiocchi d’orzo al biscotto di riso. E fino ad oggi non sono riuscita a trovare in commercio una fetta biscottata giusta per me e allo stesso tempo buona. Come rimediare? c’è un’unica soluzione : home made!

Questa è una delle ricette che più mi ha dato soddisfazione negli ultimi mesi, facilissime da fare, hanno inondato la casa di un profumo favoloso, sono venute esattamente come le volevo, hanno pochissimi grassi e sono così buoneeeeeeeeeeeeeeeeeeeee ! Il malto fa la differenza quindi non omettetelo, direi che è essenziale per renderle così profumate e gustose !

COSA VI SERVE

  • 500 gr di farina di Kamut biologica – io ho usato la Ruggeri
  • 50 gr di farina di malto tostato biologica – io ho usato la Ruggeri
  • 50 gr di zucchero grezzo di canna
  • 4 cucchiai di olio di semi
  • 215 gr di acqua
  • 10 gr di lievito di birra
  • 1 albume
  • 1 tuorlo
  • 2 cucchiai di latte di riso ( o di soia )
  • 2 pizzichi di sale

METODO

Sciogliete il lievito nell’acqua . Nella ciotola della planetaria versate le farine setacciate, lo zucchero, l’olio, l’albume e l’acqua con il lievito una volta sciolto. Azionate a velocità medio bassa e impastate per circa 20 minuti, avendo cura di aggiungere il sale solo a pochi minuti dalla fine.

imageimage

Dovete ottenere un impasto liscio ed elastico, e avrà un bel color nocciola !

imageimageimage

Mettetelo in una ciotola coperta e lasciate lievitare per circa 30 minuti.

Ribaltate l’impasto su una spianatoia, dividetelo in due pezzi e lasciate riposare per circa 15 minuti.

imageimage

Uno alla volta delicatamente sgonfiate l’impasto con la punta delle dita cercando di dargli una forma tonda, come se doveste fare una pizza.

imageimage

image

Arrotolatela su se stessa formando una specie di baguette. Trasferiteli negli stampi da plumcake ( se non li avete metteteli direttamente sulla placca del forno) precedentemente foderati di carta forno.

image

Spennellateli con il tuorlo mescolato a due cucchiai di latte di riso. Lasciateli lievitare 1 ora coperti con un canovaccio all’interno del forno spento con la luce accesa.

Terminata la lievitazione, riscaldate il forno statico a 180°. Spennellate nuovamente i due impasti con l’uovo e il latte e infornate nella parte bassa del forno per circa 30 minuti. Spostate sulla parte centrale del forno e proseguite per altri 10 minuti.

image

Una volta sfornati dovete avere la pazienza di farli raffreddare completamente – 🙂  non sarà facile perché vi garantisco che hanno un profumo che li prendereste a morsi! .

imageimage

Una volta freddi tagliateli a fette , per lo spessore va a vostro gusto ovviamente.

image

Adagiatele sulla placca del forno sempre usando la carta forno, modalità ventilato a 130° e fate asciugare e tostare per circa 40  minuti nella parte centrale del forno.

Per mantenerle fragranti conservatele in un barattolo di vetro a chiusura ermetica o in una scatola di latta.

Con una marmellata fatta in casa o del buon miele sono straordinarie, ma sapete che anche così al naturale..da portare in ufficio per quei momenti di black out..non sono niente male !!??