Primi, Recipes

VELLUTATA ESTIVA DI ZUCCHINE – quando si dice la forza della natura…..

Una certezza, anzi tre.

Io non ho il pollice verde, mi infastidisce prenderne atto e invidio tantissimo chi invece ce l’ha.

Potete dunque immaginare come ho reagito quando l’anno scorso in primavera, piena di entusiasmo e di energia, mi preparavo ad un pomeriggio di giardinaggio in balcone con tutta l’attrezzatura del caso: zappetta, rastrello, guanti, sacchi di terra e un’esplosione di colori tra gerani e surfinie che avrebbero sostituito i cadaveri rimasti dalla stagione precedente. Ero concentrata come se stessi curando i giardini del Vaticano quando  sbuca fuori la vicina di fronte e mi dice “è inutile che fai tutta questa fatica tanto poi ti muore tutto come sempre”! ecco avere una fionda a disposizione in quel momento sarebbe stato utile……No scherzo ovviamente, ho fatto un sorriso idiota di cortesia e non ho proferito parola, determinata ancor di più a fare un lavoro egregio e farla schiattare di invidia. Ed effettivamente per l’ora di cena avevo un gioiello di balconcino sui toni del rosso ciliegia, bianco, fucsia e viola e un angolo bellissimo di verde del mio adorato gelsomino che iniziava a fare i primi fiorellini profumati. Al diavolo le scortesie , io ero orgogliosa di me. Ma la vicina non aveva tutti i torti, d’inverno puntualmente mi dimentico di avere un balcone, neanche fosse murato ! Quando al primo sole tiepido di fine Aprile  ho controllato la situazione ho realizzato che anche quest’anno quelle “creature ” li fuori erano senza speranza, e purtroppo anche il gelsomino, che aveva resistito per 4 anni alla mia noncuranza invernale, sembrava spacciato. Mia madre con delicatezza i primi giorni di Maggio mi disse  “Claudia tesoro non sarebbe il caso di togliere quei rami secchi ?”, ma il rifiuto e la totale mancanza di voglia avevano la meglio, mi sentivo io un ramo secco, con una sete infinita di speranza, con un bisogno immenso di sentire calore. Ho detto no, quest’anno niente balcone, niente fiori, niente colori, non me la sento ( e poi già mi vedevo la vicina che saltava fuori a criticare, la facevo fritta stavolta!). Così sono partita per la Grecia, abbassando la persiana su una ringhiera spoglia e grigia, e su un gelsomino coperto solo di foglie secche. Ma al mio rientro, ho avuto un regalo bellissimo. Il mio caro e tosto gelsomino aveva tirato fuori i denti e le unghie ! e vi giuro che quando l’ho visto, quando ho visto la macchia verde brillante di foglie nuove che con grinta si erano fatte spazio tra quelle secche e opache , è stato come se mi parlasse e mi dicesse ” se ce l’ho fatta io, puoi farcela anche tu!”. Povero, mi sono sentita tanto in colpa, ma anche tanto in sintonia con lui, e mi sono precipitata a dargli da bere , e anche a farci 4 chiacchiere, perché io non ho il pollice verde ma con le piante ci parlo  parecchio :-)) Da quel giorno non lo mollo un attimo, ha messo su decine e decine di foglie lucentissime e ora sta anche fiorendo, un eroe!!! caro !!!!

E’ tornata la voglia e ho rimesso in ordine tutto il balcone, non proprio pomposo come l’anno scorso , ma ho fatto resuscitare anche i gerani e ho pedalato fino in serra per rimpiazzare tutte le piante aromatiche, facendo scorta di basilico, timo, origano, basilico rosso, salvia e menta! e proprio la menta è la prima che ho usato per una ricettina fresca fresca, deliziosa, leggera e profumatissima. Una vellutata estiva! perché sappiatelo, tanto quelle invernali scaldano nelle serate più rigide, tanto quelle estive rinfrescano nelle serate più afose. Provare per credere!

COSA VI SERVE – Dosi per 2 persone

  • 500 gr di zucchine
  • 1 patata media
  • 1 cipollotto fresco
  • brodo qb – io ho usato quello di pollo ma potete usare anche un brodo vegetale
  • qualche cucchiaio di yougurt greco
  • 6-7 foglie di menta fresca
  • 2-3 foglie di basilico
  • sale olio e pepe qb

RICETTA

Scaldate il brodo e tenetelo in caldo.

Tagliate le zucchine e la patata a cubetti.

In una casseruola fate rosolare per due minuti il cipollato affettato sottilmente, aggiungete la patata, salate e fatela cuocere per 3 minuti, poi aggiungete le zucchine, aggiungete un altro pizzico di sale e fate cuocere a fiamma vivace per 3-4 minuti.

Coprite con il brodo, aggiungete un pizzico di pepe, mettete il coperchio, abbassate leggermente la fiamma e lasciate cuocere per circa 25-30 minuti.

Frullate con un frullatore a immersione, aggiungete le foglie di basilico e 2-3 di menta e lasciate raffreddare.

Quando sarà completamente fredda aggiungete 2-3 cucchiai di yogurt greco che avrete precedentemente lavorato con un pizzico di sale, uno di pepe e un filo di olio. Mescolate bene fino a che lo yogurt non sia ben amalgamato con la crema di zucchine.

Servite fredda guarnita con un altro cucchiaio di yogurt, qualche foglia di menta e un giro di olio extravergine di oliva.

ENGLISH

A certainty, indeed three.

I do not have the green thumb, admit it annoys me and I envy who has it.

So you can imagine how I reacted when last year in spring, full of enthusiasm and energy, I was preparing for a gardening afternoon in the balcony with all the necessary equipment : hoe, rake, gloves, earth sacks and an explosion of colors between geraniums and petunia that would replace the corpses remaining from the previous season. I was as focused as I was treating the Vatican Gardens when it came out from the nearby front door and told me “It’s useless to do all this job , after all they will die as always”! Here’s to have a sling available at that time would have been helpful …… no, I’m joking .. I did an idiotic smile of courtesy and did not speak a word, determined even more to do a great job leaving her green with envy. And in fact for the dinner time I had a jewel balcony on the tones of cherry red, white, fuchsia and purple and a beautiful green corner of my beloved jasmine who began to make the first scented florets. Forgetting the rudeness, I was proud of me. But the neighbor was not really in the wrong, during  winter I forget to have a balcony, as if it were walled! When I checked the situation this year in April, I realized that those “creatures” were without hope, and unfortunately the jasmine too, survived after 4 years of my winter indifference, seemed to be cooked. My mother with delicacy  told me “darling would not be a good idea to remove those dried branches?” But the refusal and the total lack of desire had the best, I felt myself a dry branch with an infinite thirst of hope, with an immense need to feel warmth. I said no, this year no balcony, no flowers, no colors, I do not feel it (I was also imagining the neighbor coming out to criticize, this time I would have fried her!). So I left for Greece, lowering the shutter on a gray and spare railing, and on a jasmine covered only with dry leaves. But when I came back, I had a beautiful gift. My dear and timid jasmine had pulled out teeth and nails! And I swear that when I saw it, when I saw the bright green of new leaves that had glanced between those dry and opaque , it was like hear his voice “if I did it , You can do it too! ” I felt so much in guilt, but also so much in tune with him, and I rushed to water it, and even to make us talk, because I do not have the green thumb but with plants I talk a lot 🙂 ) Since that day I did not give up for a moment, he put on dozens of dozens of lucid green leaves and now it’s flourishing, a hero !!! My Dear !!!!

The desire to have a nice balcony came back, not just as pompous as last year, but was able to resuscitate the geraniums and I rode to the greenhouse to replace all the aromatic plants, basil, thyme, oregano , red basil, sage and mint! And just the mint is the first one I used for a fresh, delicious, light and fragrant recipes. A summer soup! You have to know it, the winter ones warm up on the stiffest evenings, but  the summer ones freshen up in the most dazzling evenings. Just you try it!

WHAT YOU NEED – Give for 2 people

  • 500 gr of zucchini
  • 1 medium potato
  • 1 fresh onion
  • Broth qb – I used chicken but you can also use a vegetable broth
  • A few tablespoons of Greek yougurt
  • 6-7 leaves of fresh mint
  • 2-3 basil leaves
  • Oil salt and pepper qb

RECIPE

Heat the broth and keep it warm.

Cut the zucchini and the potato into cubes.

Sliced ​​the onion and let it brown in a saucepan with a little oil, add the potato, salt and cook for 3 minutes, then add the zucchini, one more pinch of salt and bake a lively flame for 3-4 minutes.

Cover with broth, add a pinch of pepper, put on the lid, lightly lower the flame and cook for about 25-30 minutes.

Blend it  with a blender, add the basil leaves and 2-3 of mint and let cool.

When it is completely cold add 2-3 tablespoons of Greek yogurt that you have previously worked with a pinch of salt, one of pepper and a spoon of oil. Mix well until yogurt is well mixed with zucchini cream.

Serve cold garnished with another spoon of yogurt, some mint leaves and a round of extra virgin olive oil.