Carne, Recipes, Secondi

FAGOTTINI DI TACCHINO E CATALOGNA

E siamo a 44.

44 giorni di isolamento, 1 uscita settimanale di circa 45 minuti ,  6 in totale, poco più di 1 km andata e ritorno ogni volta.

Scalpito dalla voglia di pedalare sulla mia bicicletta liberamente, senza calze e con le guance abbronzate. E magari frenare all’improvviso per fare due ciacole con una amica, o fare tappa al banchetto del lino che ad aprile ha sempre i pezzi migliori, o riempire la cesta di tulipani arancioni e di peonie che strappano un sorriso anche all’essere più incupito del pianeta.

Scalpito, ma #iorestoacasa. Non ho fatto una ricerca ma inizio a pensare che sia l’hashtag più usato di sempre.

Scalpito ma faccio parte della squadra che pensa sia meglio resistere ancora un po e fare le cose per bene perche una seconda ondata di covid-19, oltre che terrorizzarci,  sarebbe molto più difficile da digerire della prima.

Scalpito, ma per calmarmi finisco sempre in cucina.

Oggi doveva essere semplicemente il turno della classica fettina di tacchino voltata e girata che abbinata alla verdura cotta ti riporta subito in pace con i sensi di colpa. Ma i piatti tristi proprio non li posso vedere, è più forte di me, piuttosto mangio un frutto . Cosi ho tirato in ballo la catalogna lessata il giorno prima, che ripassata in padella con olio sale pepe e uno spicchietto di aglio diventa una di quelle cose che mangeresti a cucchiaiate direttamente dalla pentola, ho aggiunto la ricotta buona, quella di Alberto de @la_bottega_veneta e ho stappato una bottiglia di salsa di pomodoro.

Ingredienti perfetti per fare un piatto poco calorico ma molto invitante .

Alla fine sempre di tacchino e verdura cotta stiamo parlando, ma vuoi mettere?

Ingredienti

Dosi per 3/4 persone
  • 6 fettine di fesa di tacchino
  • 150 gr di ricotta vaccina
  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 1 cespo di catalogna o altra varietà di cicoria
  • 400 ml di salsa di pomodoro
  • 1 spicchio di aglio
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • farina di riso ( o farina 0 ) qb
  • olio evo, sale e pepe qb

 

Ricetta

Per prima cosa occupatevi della catalogna. Mettete a bollire una grossa pentola di acqua.

Dividete  le foglie verdi della catalogna dai gambi bianchi tagliando questi ultimi a pezzettini. Lavate bene ma tenendole sempre separate.

Quando l’acqua bolle immergete i gambi bianchi e contate 8 minuti. Una volta trascorsi aggiungete le foglie e calcolate altri 3-4 minuti.

Scolatele e una volta raffreddate strizzatele bene tra le mani per eliminare tutta l’acqua in eccesso.

In una padella scaldate un filo di olio e insaporite con uno spicchio di aglio, quando l’aglio sfrigola versate la catalogna, condite con sale e pepe e fatela saltare a fiamma vivace per 6-7 minuti. Spegnete e fate intiepidire.

Quando sarà tiepida tagliate la catalogna grossolanamente con un coltello e unitela in una ciotola con la ricotta e il parmigiano, amalgamando bene.

Se necessario aggiustate di sale e pepe.

Prendete le fette di tacchino e battetele un po con un batticarne per assotigliarle un pò , se non avete un batticarne usate il fondo di un barattolo di vetro o una tazza.

Spalmate su ogni fetta il composto di ricotta e catalogna, chiudete a fagottino aiutandovi con dello spago da cucina o in alternativa con uno stuzzicadenti. Passate i fagottini nella farina di riso.

Nella stessa padella in cui avete ripassato la catalogna rosolate i fagottini con un filo di olio, facendoli dorare da ogni lato, sfumate con il vino bianco, e quando questo sarà evaporato aggiungete due pizzichi di sale e la salsa di pomodoro.

Cuocete per circa 10 minuti. Eliminate lo spago o lo stuzzicadenti e servite i fagottini belli caldi, interi o tagliati a rondelle per un effetto cromatico ancora più invitante !