Dolci, Recipes

TORTA AL LIMONE senza lattosio

lemon cake

Con loro ringraziando il cielo non è cambiato niente. Varcano la soglia , un abbraccio stretto stretto, si levano le scarpe e corrono in studio che è sempre la loro cameretta, dove sanno che  il primo a sinistra è sempre il loro cassetto e dentro trovano sempre  il loro tappeto, il loro lego, i loro puzzle, i loro libri. Posso aver cucinato qualunque cosa ma non le distrai facilmente, Olivia che acquista sempre più centimetri in altezza e perde sempre più denti, Caterina con le sue gambette da fenicottero e gli occhi sempre più da combina guai. Questa torta l’ho fatta per loro con la totale consapevolezza che l’avremmo mangiata noi grandi, una torta dove il limone è protagonista , con la sua scorza , il suo succo, il suo aroma. Una torta che va bene a merenda ma anche a fine cena, perché pur essendo una crostata la sua farcia cremosa e fresca è come quella di un bignè. Ed è semplice renderla perfetta anche per chi è intollerante al lattosio !

Ingredienti

Dosi per una torta di diametro cm 24

Per la pasta frolla

  • la scorza di 1 limone non trattato
  • 300 gr di farina per torte – io ho usato la Petra per dolci e biscotti
  • 1 uovo intero + 1 tuorlo
  • 100 gr di zucchero bianco
  • 140 gr di burro senza lattosio – io ho usato quello Granarolo
  • 10 gr di lievito per torte
  • la punta di un cucchiaino di sale

Per la crema 

  • 1 limone non trattato – useremo sia la scorza che il succo
  • 700 ml di latte senza lattosio – io ho usato il Granarolo
  • 50 gr di amido di mais
  • 6 tuorli
  • 200 gr di zucchero

Ricetta

Partiamo dalla pasta frolla, ma per prima cosa mettete in frigo una ciotola vuota capiente. Vi servirà in seguito.

Inserite nella ciotola di un mixer la farina e il burro a pezzetti, azionate per qualche secondo , avrete un composto sabbioso.

Unite tutti gli altri ingredienti e azionate di nuovo usando se possibile l’intermittenza e non un azione continua, questo per evitare che le lame si surriscaldino rovinando la pasta. Non appena gli ingredienti sono amalgamati trasferite su un piano infarinato e terminate di impastare giusto qualche istante, formando un panetto omogeneo. Avvolgetelo nella pellicola e riponetelo in frigorifero per almeno 1 ora.

 

Nel mentre prepariamo la crema.

In una casseruola scaldate il latte con la scorza del limone, quando sta per bollire spegnete e lasciate da parte qualche minuto.

In una ciotola sbattete i tuorli con lo zucchero, unite l’amido di mais e incorporatelo bene. Aggiungete il latte caldo filtrandolo per eliminare la scorza di limone, mescolate bene , trasferite tutto nuovamente nella casseruola rimettetela sul fuoco a fiamma bassa.

 

Mescolate continuamente con la frusta , in pochi minuti si addenserà. Togliete dal fuoco appena si addensa e trasferitela nella ciotola fredda che avevate riposto in frigo, unite il succo di limone, amalgamate e coprite con pellicola a contatto , questo per evitare che si formi in superficie quella pellicina antipatica e impossibile poi da eliminare. Lasciate da parte a raffreddare.

 

Accendete il forno a 180 gradi.

Preparate lo stampo , meglio se ne usate uno a cerniera o con il fondo amovibile, sarà più facile toglierla una volta cotta. Lo stampo deve avere il bordo piuttosto alto, 4 o 5 cm e un diametro tra i 22 e i 24 cm. Imburratelo e infarinatelo in ogni suo punto, base e bordo.

Riprendete la pasta frolla dal frigo, attendete 5 minuti per farla acclimatare, tenete da parte un terzo dell’impasto ( meglio se lo riavvolgete nella pellicola ) e stendete il resto  con il matterello ad uno spessore di 2-3 mm.

Foderate lo stampo con la paste frolla, facendola aderire bene ai bordi ed eliminando l’eventuale eccesso. Forate la base con una forchetta. Quando la crema è tiepida versatela nello stampo livellandola bene.

Con la pasta frolla rimasta create le classiche strisce da crostata e decorate la vostra torta.

Infornate per circa 40 minuti.

Una volta raffreddata riponetela in frigorifero per almeno 4 ore.

Prima di servirla decorate con zucchero a velo.

 

Good thing with them nothing has changed. They cross the threshold, a tight hug, they take off their shoes and run to the studio that is always their bedroom, where they know that the first left is always their drawer and inside they always find their carpet, their lego, their puzzles, their books. I may cook anything but you do not easily distract them, Olivia who grows in height losing her baby teeth, Caterina with her flamingo legs and a lovely sly look. I made this cake for them with the total awareness that we would have eaten us adults, a cake where lemon is the protagonist, with its rind, its juice, its aroma. A cake that is good at snack but also at the end of dinner, because despite being a tart its creamy and fresh filling is like that of a cream puff. And it’s easy to make it perfect even for those who are lactose intolerant!

Ingredients

Doses for a cake with a diameter of 24 cm

For shortcrust pastry

  • the zest of 1 untreated lemon
  • 300 gr of cake flour – I used Petra for sweets and biscuits
  • 1 whole egg + 1 egg yolk
  • 100 gr of white sugar
  • 140 g of lactose-free butter – I used Granarolo
  • 10 gr of baking powder
  • the tip of a teaspoon of salt

For the cream

  • 1 untreated lemon – we will use both the zest and the juice
  • 700 ml of lactose-free milk – I used Granarolo
  • 50 grams of cornstarch
  • 6 egg yolks
  • 200 grams of sugar

Recipe

Let’s start with the short pastry, but first put a large empty bowl in the fridge. You will need it later.

Process the flour and butter in a food processor until the mixture resembles fine breadcrumbs.

Add all the other ingredients and operate again using intermittent if possible and not a continuous action, this to prevent the blades from overheating and warming the dough. As soon as the ingredients are mixed, transfer to a floured surface and finish kneading for a few moments, forming a homogeneous loaf. Wrap it in the foil and place it in the refrigerator for at least 1 hour.

 

Meanwhile, we make  the cream.

In a saucepan heat the milk with the lemon zest, when it is about to boil, turn off and leave aside a few minutes.

In a bowl, beat the egg yolks with the sugar, add the cornstarch and incorporate it well. Add the hot milk filtering it to remove the lemon peel, stir well, transfer everything back into the saucepan and put it back on the stove over low heat.

Stir non stop with the whisk, it will thicken in a few minutes. Remove from the heat as it thickens and transfer it to the cold bowl that you had put in the fridge, add the lemon juice, stir to combine and cover with contact film to prevent the surface  become too dry.  Set aside for 5 minutes to cool slightly.

 

Turn on the oven at 180 degrees.

Prepare the mold, better if you use a zipper or with a removable bottom, it will be easier to remove it once cooked. The mold must have a rather high edge, 4 or 5 cm and a diameter between 22 and 24 cm. Grease it and flour it in every point, base and edge.

Take the shortcrust pastry from the fridge, wait 5 minutes to make it acclimatize, keep aside a third of the dough (better if you rewind it in the film) and roll out the rest with a rolling pin to a thickness of 2-3 mm.

Line the mold with the short pastry, making it adhere well to the edges cutting off any excess. Drill the base with a fork. When the cream is cold pour it into the mold, leveling it well.

With the left shortcrust make the classic tart strips and decorate your cake.

Bake for about 40 minutes.

Refrigerate for at least 4 hours .

Before serving, decorate with icing sugar.