Antipasti, Brunch e Snack, Pane Pizza e Focacce, Recipes

PANBRIOCHE AL PESTO

Mentre scrivo questo post guardo fuori dalla finestra e vedo Marzo in tutta la sua proverbiale pazzia: ieri un sole estivo, oggi pioggia vento e nuvoloni neri, per lo meno qui al Nord ! confesso che questo non aiuta, almeno non aiuta me che da settimane sono altalenante tanto e più di Marzo , in totale balia di svariati umori e malumori e agguerrita nel cercare di tenere fuori dalla porta preoccupazioni e tristezze. Così alzo la radio a tutto volume e mi Gabbanizzo “AAA cercasi (cerca sì) Storie dal gran finale Sperasi (spera sì) Comunque vada panta rei And singing in the rain” e mi do alla food terapia in cerca di estate. L’unica cosa estiva in casa è il profumo del basilico fresco, la prima pianta della stagione , poverina l’ho subito privata di diverse foglie per farne un po’ di pesto, non proprio il pesto classico, un pesto velocissimo senza aglio e fatto con le noci brasiliane al posto dei pinoli – scelta dettata dall’assenza di pinoli in casa 🙂 ma rivelatasi una buona idea anche se certamente più calorica. Del resto mi ero incaponita, volevo provare questo panbrioches salato la cui foto da mesi stazionava nella mia bacheca “da provare” ! Beh, voi fatelo e ditemi cosa ne pensate , io vi anticipo che l’ho già trasferito nella bacheca “da rifare”!! E’ morbidissimo, profumato e saporito, perfetto per un pic-nic o un aperitivo, si abbina bene con formaggi e salumi ma è molto buono anche da solo e si conserva benissimo avvolto nella pellicola. Sarà spesso sulla mia tavola di primavera estate!

COSA VI SERVE

  • 125 gr di farina di kamut
  • 125 gr di farina Manitoba
  • 10 gr di lievito di birra fresco
  • 30 gr di yougurt bianco
  • 30 ml di latte
  • 60 gr acqua a temperatura ambiente
  • 1 uovo a temperatura ambiente + 1 per spennellare
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 3 cucchiai di olio evo
  • 2 cucchiaini di sale
  • 4-5 cucchiai di pesto di basilico
  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato

RICETTA

Sciogliete il lievito di birra nell’acqua e lasciatelo da parte per 10 minuti.

Preparate il latticello mescolando il latte con lo yogurt. Nella ciotola della planetaria versate le due farine setacciate, lo zucchero, il latticello, l’acqua, l’uovo e l’olio. Impastate a velocità 2 per 8 minuti, aggiungete il sale e impastate per altri 2 minuti. Otterrete un impasto omogeneo ed elastico. Ponetelo in una ciotola coperta e all’interno del forno con la luce accesa. Fate lievitare fino al raddoppio, ci vorranno circa 2 ore.

Una volta lievitato, trasferite l’impasto su una spianatoia infarinata, delicatamente con i polpastrelli stendete l’impasto dandogli la forma rettangolare.

Distribuite sopra il pesto e il parmigiano grattugiato. Arrotolatelo dal lato corto formando una specie di salsicciotto. Lasciando intera l’estremità superiore , almeno per 3 cm, tagliate verticalmente in due il resto del panetto e intrecciate le due parti.

Ponete la treccia in uno stampo da plumcake foderato e fate lievitare per circa 45 minuti sempre all’interno del forno con la luce accesa.

Togliete lo stampo dal forno che ora accenderete in modalità statica a 180°, spennellate la superficie della treccia con un uovo sbattuto e quando il forno ha raggiunto la temperatura infornate per circa 20-25 minuti.

Io sto gà pensando alle prossime farciture!

ENGLISH

I’m writing this post and looking out the window I can see March in all its proverbial madness:  yesterday a summer sun, today wind, rain and clouds blacks, at least here in the North! I admit  that this does not help, anyway it does not help me that for weeks I feel varying a lot and most of March, total mercy of various moods and bad moods, and determined in trying to keep out the door worries and sorrows. So I switch on the radio at full volume listening Gabbani ” AAA cercasi (cerca sì) Storie dal gran finale Sperasi (spera sì) Comunque vada panta rei And singing in the rain” and  I dedicate myself to food therapy in search of summer. The only summer thing in the house today is the scent of fresh basil, the first plant of the season, that I immediately stripped of different leaves to make a bit ‘of pesto, not quite the classic pesto , a very fast and without garlic pesto made with Brazilian nuts instead of pine nuts – forced choice by the absence of pine nuts at home 🙂 but it proved a good idea although certainly more caloric. Besides, I wanted to try this panbrioches salty whose picture was stationed for months  in my dashboard “to try”! Well, let you try it and tell me what you think, I will advance that I’ve moved to the board “redone” !! It ‘super soft, fragrant and tasty, perfect for a picnic or an aperitif, goes well with cheeses and salami but is also very good on its own and is kept well wrapped in plastic wrap. It will often be on my table Summer Spring!

WHAT YOU NEED

  • 125 grams of kamut flour
  • 125 grams of flour Manitoba
  • 10 grams of fresh yeast
  • 30 grams of white yogurt
  • 30 ml of milk
  • 60 grams water at room temperature
  • 1 egg at room temperature + 1 for brushing
  • 1 teaspoon sugar
  • 3 tablespoons extra virgin olive oil
  • 2 teaspoons salt
  • 4-5 tablespoons of basil pesto
  • 3 tablespoons grated Parmesan cheese

 

RECIPE

Dissolve yeast in water beer and leave it aside for 10 minutes.

Make the buttermilk mixing the milk with the yogurt. Put in the kneader the two sifted flour, sugar, buttermilk, water, egg and oil. Knead at speed 2 for 8 minutes, add salt and mix for another 2 minutes. You will get a homogeneous, elastic dough. Place it in a covered bowl and inside the oven with the light on. Let rise until doubled, it will take about two hours.

Transfer the dough on a floured surface, gently with fingertips roll out the dough into a rectangular shape. Spread over the pesto and grated Parmesan.

Roll it from the short side making a kind of sausage. Leaving joined the upper end, at least 3 cm, cut vertically the rest of the dough into two parts and weave them.

Place the braid in a loaf pan lined and let rise for about 45 minutes always inside the oven with the light on.

Remove the mold from the oven that now turn on at 180 ° static mode, brush the surface of the braid with a beaten egg and when the oven has reached the temperature bake for about 20-25 minutes.

I’m already thinking about the next fillings!