Carne, Recipes

IL MIO POLLO AL CURRY – i coriandoli li preferisco grattugiati

Sì lo so. E’ martedì grasso, sui sanpietrini delle piazze si è formato un tappeto di coriandoli, rientrando a casa ho incrociato almeno un paio di Pulcinella, un Batman e una Elsa di Frozen, per bere un caffè ho schivato vassoi di galani innevati di zucchero a velo tra uomini d’affari in abiti di gessato grigio miracolosamente rimasti indenni al primo morso di frittella straripante di zabaione . Come se non bastasse, sui social da questa mattina è in atto una vera e propria guerra all’ultimo sciroppo d’acero per festeggiare il “pancake day”. E io vi parlo di pollo al curry?

Va cosi, me ne sono fatta una ragione da molti anni, io non amo il Carnevale, mi perdoneranno gli affezionati  ma non riesco ad appassionarmi né a maschere né a parate e piuttosto che su una frittellona preferisco affondare i denti su una succosa mozzarella di bufala ! Perciò sì, sono contro corrente e oggi vi lascio la ricetta del mio pollo al curry, “mio” perché il pollo al curry è come la torta di mele, gli ingredienti di base sono sempre quelli ma ognuno ha la sua variante, il suo “sine qua non”, il suo ingrediente essenziale. Nel mio pollo al curry non può mancare il latte di cocco, che cuocendo perde parte della sua dolcezza liberando un sapore quasi tostato, di frutta secca, portando la perfetta armonia tra il gusto speziato del curry e quello rinfrescante del coriandolo. E rende il pollo cosi irresistibilmente cremoso!!!!

Dai che da domani è quaresima e si digiuna ….( ma chi?’)….Provatelo subito !

COSA VI SERVE – dosi per 4 persone

  • 800 gr di bocconcini di pollo
  • 50 gr di farina di riso ( o in alternativa farina 0 )
  • 2 cucchiaini di curry per la marinatura + 2 in cottura
  • 1 pezzetto di radice di zenzero ( circa 4 cm )
  • olio extravergine di oliva, sale e pepe qb
  • brodo vegetale qb ( circa 2 mestoli )
  • 250 ml di latte di cocco non zuccherato e a temperatura ambiente
  • semi di coriandolo qb
  • per accompagnare del riso basmati al naturale

RICETTA

Normalmente io approfitto del mio macellaio per farmi tagliare il pollo già a bocconcini, perché lui li fa cosi belli tutti uguali e cicciottelli, ma ovviamente il pollo è facile da tagliare anche a casa, basta avere il giusto coltello!

Mettete i bocconcini in una ciotola capiente, aggiungete la farina di riso, il curry e un pizzico di pepe. Con le mani mescolate bene la carne in modo che ogni boccone sia avvolto in questa sorta di panatura, coprite e mettete in frigorifero un paio di ore.

Se avete un wok è il momento di usarlo, diversamente una padella larga andrà benissimo lo stesso.

Scaldate un giro di olio e appena scalda versate lo zenzero tagliato a fettine molto sottili, o tritato se preferite. Fatelo soffriggere due minuti e aggiungete i bocconcini di pollo e a fiamma vivace rosolateli da ogni lato rigirandoli spesso. Bagnate con un po di brodo vegetale in modo che il pollo non attacchi sul fondo della padella, aggiungete il curry rimasto e aggiustate di sale. Aggiungete il latte di cocco, coprite con un coperchio, abbassate un pò la fiamma e lasciate cuocere circa 10 minuti, girandolo ogni tanto, si formerà una squisita cremina.

Un minuto prima di spegnere aggiungete una generosa grattata di coriandolo – un piccolo suggerimento se siete amanti del coriandolo in semi, tenetelo in un macina pepe cosi sarà comodo grattugiarlo in ogni momento ! Aggiungetelo all’ultimo perché il suo sapore non regge al calore e cuocendolo ne perdereste la freschezza.

Il partner perfetto del pollo al curry è il riso basmati, cotto al naturale in modo da rilasciare il suo intensissimo e affascinante profumo. Una dose di riso – 2 dosi di acqua, un cucchiaio di olio, tutto in un tegame coperto e cotto finche non assorbe tutta l’acqua, ci metterà circa 10 minuti. Se siete particolarmente amanti del sapore speziato potete aggiungerci una stecca di cannella, in abbinamento al curry io lo preferisco senza.