Primi, Quick & Easy, Recipes

FARRO AL TARDIVO – perfetto per un mese farcito di impegni

Se Dicembre fosse un piatto sarebbe un panettone gastronomico, con una fila interminabile di strati farciti di ogni bene, impossibile non incontrare il gusto dei commensali, il tuo sapore preferito prima o poi arriva!  Sì, Dicembre è così, fatto di giornate caotiche al lavoro, di pause pranzo brevi, di cene degli auguri che ogni anno iniziano sempre prima, di raffreddori, di affannose ricerche del famoso “regalo utile” – che poi cosa ci sarà di male a regalare qualcosa di perfettamente inutile ma inequivocabilmente bello? – di minuti contati, di traffico impazzito, di file interminabili al supermercato. Ma Dicembre è fatto anche di relax, di colonne sonore natalizie, di colazioni lente, di domeniche passate a fare l’albero, a cuocere biscotti, a preparare i pacchetti , a guardare per la cinquantesima volta The Family Man – con lacrime incluse ovviamente – , è fatto di serate con gli amici più cari, di piazze vestite a festa, di luminarie, di cioccolate calde, di candele profumate, di spezie, di nostalgie, di fede, di ringraziamenti, di famiglia. Quale sia lo “strato” che preferisco non saprei dirlo, penso tutti , nel loro insieme, come se uno desse un senso all’altro . Del resto anche del panettone gastronomico non c’è quasi mai un livello che non mi piace , ma mi riservo sempre il preferito per ultimo !

In questo mese cosi ricco ci sono giornate in cui passo ore in cucina ed altre in cui i fornelli mi vedono si e no per una mezzora, ma una mezzora basta per questa ricetta ! un “quick&easy”strategico , un piatto in cui convivono  l’amaro del radicchio tardivo trevigiano , la dolcezza del formaggio di capra, l’asprigno della mela verde e la croccantezza delle noci, tutti sapientemente armonizzati dal gusto intenso del farro. Si prepara in pochissimi minuti , è molto appetitoso e vi aiuterà a fare un break dalle abbuffate dicembrine !

COSA VI SERVE – Dosi per 4 persone

  • 250 gr di farro
  • olio e sale qb
  • 2 cespi di radicchio tardivo trevigiano
  • 1 mela verde smith
  • qualche goccia di limone
  • 50 gr di noci sgusciate
  • 100 gr di formaggio di capra

RICETTA

Portate a bollore l’acqua, salate  e cuocete il farro, normalmente ci vogliono 16-18 minuti ma dipende dalla marca .

Nel mentre che il farro cuoce, lavate il radicchio e tagliatelo a pezzettini di circa 2 cm di lunghezza.

In una padella versate un cucchiaio di olio, fatelo scaldare bene a fiamma alta, versate il radicchio che deve fin da subito sfrigolare,  non abbassate la fiamma e non coprite con alcun coperchio, distribuite un pizzico di sale, rigiratelo di continuo per 2-3 minuti giusto il tempo che si rosoli e spegnete. Non si deve ammorbidire troppo e deve mantenere una sfumatura del suo rosso.

Tagliate la mela verde a cubetti e bagnateli con qualche goccia di limone per non farla annerire. Tagliate anche il formaggio a cubetti e spezzettate le noci con le mani.

Quando il farro è cotto scolatelo e passatelo sotto l’acqua fredda corrente, per bloccarne la cottura.

Trasferitelo in una ciotola, condite con olio extravergine di oliva, aggiungete il radicchio,la mela, le noci e il formaggio e servite tiepido.

Note:

  1. è molto importante scottare appena il radicchio perché mantenga un po di consistenza e soprattutto non rilasci la sua acqua, per farlo è necessario usare la fiamma alta, una padella antiaderente, nessun coperchio e non cuocerlo per più di 3 minuti.
  2. la scelta del tipo di formaggio di capra è soggettiva, a me piace semi stagionato ma anche una caciotta fresca ci sta benissimo.

If December were a dish would be a gourmet panettone , with an endless row of layers stuffed with all good, impossible not to meet the taste of the diners, the layer you like sooner or later arrives! Yes, this is December, made of chaotic days at work, short lunch breaks, Christmas dinners that every year start earlier, it’s made of colds, of laborious research of the famous “useful gift” – what’s wrong with a gift perfectly useless but unmistakably beautiful? – crazy traffic, endless rows at the supermarket. But December is also made of relax , Christmas soundtracks, slow breakfasts, Sundays spent making the tree, or baking cookies, preparing the packages, watching for the fiftieth time The Family Man – with tears included of course -, it’s made of evenings with dear friends, decorated squares, lights, hot chocolates, scented candles, spices, nostalgia, faith, thanksgiving, family. What is the “layer” that I prefer I can not say, I think everyone, as a whole. What is the “layer” that I prefer I can not say, I think everyone, as a whole, as if one gives meaning to the next. After all, even with the gourmet panettone there is almost never a level that I do not like, but I always reserve the favorite at the end!

In this month so rich some days I spend lots of hours in the kitchen, in others the stove see me yes and no for half an hour, but a half hour is enough for this recipe! a strategic “quick & easy”, a dish that combines the bitterness of Treviso’s late radicchio, the sweetness of goat’s cheese, the green apple sour and the crispness of the walnuts, all expertly harmonized by the intense taste of spelled. It itakes a few minutes, it is very appetizing and will help you to take a break from the December feasts!

WHAT YOU NEED – Doses for 4 people

  • 250 gr of spelled
  • oil and salt to taste
  • 2 heads of Treviso late radicchio
  • 1 smith green apple
  • a few drops of lemon
  • 50 gr of shelled walnuts
  • 100 gr of goat cheese

RECIPE

Bring the water to a boil, add salt and cook the spelled, normally it takes 16-18 minutes but depends on the brand.

While the spelled is cooking, wash the radicchio and cut into small pieces of about 2 cm in length.

In a pan pour a tablespoon of oil, let it heat well over high heat, pour the radicchio that must immediately sizzle, do not lower the heat and do not cover with any lid, add a pinch of salt, stir with a wooden spoon to 2-3 minutes just long enough to brown and switch off. You should not soften too much and must keep a shade of its red.

Cut the green apple into small cubes and sprinkle with a few drops of lemon in order not to blacken it. Cut the cheese into cubes and chop the walnuts with your hands.

When the spelled is cooked, drain it and pass it under cold running water to stop cooking.

Transfer it to a bowl, season with extra virgin olive oil, add the radicchio, the apple, the walnuts and the cheese and serve at room temperature.

Note:

  1. It is very important to just burn the radicchio because it maintains a bit of consistency and above all does not release its water, to do so it is necessary to use a high flame, a non-stick pan, no lid and do not cook for more than 3 minutes.
  2. the choice of the type of goat cheese is subjective, I like semi-seasoned but also a fresh caciotta there is very good.