Dolci, Gluten free, Recipes

ERIKA, IO, LA CHAT ……..E UNA TORTA DI MELE GLUTEN FREE

Erika. So più cose di lei di quante ne sappia di persone che conosco da una vita.

Eppure ci siamo incontrate di persona una sola volta.

Questo è il potere della rete . Il potere della chat. Il potere della nostra nutrizionista – lei è il nostro gancio – , grazie a lei è nata una bellissima amicizia – non solo con Erika , avrò modo di raccontarvi anche delle altre – , che si nutre di chiacchiere in rete, scambi di ricette, di fotografie, di stati d’animo, di risate, di consigli, di sfoghi quando ce ne è bisogno! e come non legare con Erika, un concentrato puro di entusiasmo per la vita, una donna fatta di energia positiva, una mamma speciale di due bambine stupende dagli occhi così neri e profondi che se li guardi troppo resti ipnotizzata, legatissima alla sua famiglia, alla sua casa in campagna, alla sua nonna con cui impasta ancora, al suo orto da cui ogni giorno attinge per cucinare piatti deliziosi, e anche una bravissima fotografa –  è solo un hobby il suo ma io continuo a dirle che sarebbe il suo mestiere !  Erika è solare, generosa, lei partirebbe ogni mattina per salvare il mondo ! e’una di quelle persone che non si accontenta di essere felice, lei vuole che siamo felici tutti!! quando finalmente ci siamo incontrate “dal vivo”  in realtà è stato come incontrare un’amica di sempre !

Io e Erika nutrizionalmente parlando siamo diverse , nel senso che abbiamo percorsi e regimi alimentari differenti, ma riusciamo spesso a scambiarci ricette, adattandole ognuna alle esigenze dell’altra, insomma condividiamo e sperimentiamo , a  volte vengono dei pasticci tremendi , altre riusciamo nel nostro intento. Come nel caso della sua torta di mele.

In un pomeriggio piovoso d’inverno chi resiste ad una fetta di torta di mele? io purtroppo, perché per me lo zucchero è veleno !

Ma quando ho visto la foto della sua torta  – badate che lei non manda mai una foto così banale tanto per fare, la sua cucina è così bella e accogliente che vorresti trasferirti da lei seduta stante a prendere il the (peccato che ci separino un bel po’ di km) , le sue tortiere sono sempre bellissime, sullo sfondo non manca mai un vaso di fiori freschi , una piantina aromatica o una scatola di latta piena di biscotti …e magari il musetto furbo di una della sue bimbe. Insomma è un “angelo tentatore”!! – mi sono detta “ è quasi perfetta per me, sostituisco lo zucchero con il miele …e proviamo !”

COSA VI SERVE

  • 4 mele grandi renette o gold rush
  • 500 gr di farina di riso
  • 1 uovo
  • 100 gr di burro di soia a temperatura ambiente
  • 120 gr di miele
  • una bustina di lievito per dolci
  • latte di riso qb ( circa un bicchiere )
  • il succo di 1 limone

PROCEDIMENTO

Tagliate le mele a cubetti e mettetele in una ciotola , bagnate con il succo di limone, mescolate bene in modo che il limone si distribuisca bene, coprite e tenete da parte.

Vi sembreranno tante le mele ma ci vogliono, considerate che la farina di riso ha una resa del tutto differente da una farina classica, e per renderla morbida e piacevole ci vuole una buone dose di mela.

Montate bene l’uovo, meglio se in planetaria con frusta a filo, fin tanto non diventa chiaro e spumoso. Sostituite la frusta a filo con quella a foglia , aggiungete il miele, il burro e un po’ alla volta la farina setacciata con il lievito, sempre continuando a mescolare. Aggiungete il latte , dovete andare un po’ ad occhio, quello che serve per ottenere un impasto morbido ma non troppo.

IMG_3066

A questo punto aggiungete le mele.

IMG_3067

Trasferite l’impasto in una tortiera diametro 24 e infornate in forno ventilato a 180° per 40 minuti.

La ricetta originale di Erika prevedeva due variazioni, lo zucchero al posto del miele ( in questo caso montate l’uovo con lo zucchero ) e una spolverata di cioccolato bianco con fave di cacao. Io non posso….ma voi forse si?

FullSizeRenderIMG_3065

IMG_3077

ENGLISH

Erika. I know more about her than people that I’ve known for a lifetime, although we met in person only once.

This is the power of the network. The power of the chat. The power of our nutritionist – she is our hook – thanks to her is born a beautiful friendship – not only with Erika, I will tell you also about the others – that feeds on gossip network, exchange recipes, photographs , moods, laughs, advices, outbursts when it is needed! and how not to tie with Erika, a concentrate of pure enthusiasm for life, a woman made of positive energy, a special mother of two beautiful girls with eyes so deep so black that if you look at them too remains hypnotized, very attached to her family, her country house, her grandmother with whom knead again, her vegetable garden in which every day picks something to cook , and also a talented photographer – it is just a hobby but I still say that it would be her job! Erika is solar, generous, she would start every morning saving the world! It is one of those people who is not satisfied to be happy, she wants us to be all happy!! When finally we met “live” really it was like meeting a friend as ever!

Nutritionally speaking we are different , we have different paths and diets, but we can often exchange recipes, adapting them to the needs of each other, in short, share and experience,  sometimes we make terrible messes, other we succeed . As with her apple pie.

One rainy afternoon in winter who resists to a slice of apple pie? I unfortunately, because for me the sugar is poison!

But when I saw the picture of her cake –  her kitchen is so nice and welcoming that you would like to move in with her on the spot to take a cup of tea (quite a pity that separate us bit ‘of km), her cake tins are always beautiful, the background never missing a vase of fresh flowers or aromatic plant or a tin full of biscuits … and maybe the cunning face of one of her daughters. In short she is an “tempter angel” !! – I said “it’s almost perfect for me, I replace the sugar with honey … and let’s try!”

 

WHAT DO YOU NEED

  • 4 large apples rennet or gold rush
  • 500 grams of rice flour
  • 1 egg
  • 100 g of soy butter at room temperature
  • 120 g of honey
  • a packet of baking powder
  • rice milk to taste (about a glass)
  • juice of 1 lemon

METHOD

Cut the apples into small cubes and place in a bowl, pour with the lemon juice, mix well so that the lemon is distributed well, cover and set aside.

Will seem many apples but it takes, consider that the rice flour has a yield quite different from a classic flour, and to make it soft and pleasant it takes a good dose of apple.

Whip the egg well, preferably in a planetary with wire whip, as long as it becomes light and fluffy. Replace wire whip with the leaf, add the honey, butter and a little ‘time to the flour sifted with baking powder, while continuing to stir. Add the milk, you have to go a little ‘to the eye, what it takes to get a soft but not too much.

Now add the apples.

Transfer the mixture into a baking pan diameter 24 and bake in a convection oven at 180 degrees for 40 minutes.

The original recipe of Erika included two variations, the sugar instead of honey (in this case mounted the egg with sugar) and a sprinkling of white chocolate with cocoa beans. I can not …. but maybe you will?