Dolci, Recipes

CROSTATA DI ENKIR CON MARMELLATA DI ARANCE

Adoro la domenica perché è l’unica giornata della settimana che non inizia con quell’odioso driiinnn della sveglia, e nemmeno il grigio e la pioggerellina battente di oggi possono disturbare una rilassante colazione a base di crostata fatta in casa . Sorrido mentre l’assaggio, è un sorriso misto di soddisfazione e di sorpresa, perche ve lo dico sinceramente, non avevo idea di come fosse venuta, ero piuttosto dubbiosa. Per la prima volta ieri mi sono cimentata in questa ricetta di crostata fatta di sola farina di Enkir e senza burro – sostituito dall’olio – e quando è stato il momento di stenderla mi sono detta “butto tutto”!! L’impasto era assolutamente troppo friabile, non stava insieme, si sbriciolava…..stenderlo è stata un’impresa! Ma non scoraggiatevi vi prego e andate fino in fondo! Come immagino sia per tutti, io non butto via mai niente, cerco sempre di riciclare e non sprecare, quindi buttare via l’impasto sarebbe stato contro la mia natura….con molta pazienza, piano piano sono riuscita ad ottenere sia la base sia le strisce , esteticamente il risultato non è dei migliori – le strisce si rompevano e dovevo sempre ricomporle – ma vi assicuro che la crostata è squisita, leggera, morbida e friabile, con quel gusto un po ruvido tipico dell’enkir che sposa la marmellata di arance a meraviglia . Mi ha fatto dannare ma ne è valsa la pena, la rifarò di sicuro!

COSA VI SERVE

300 gr di farina di enkir
100 gr di olio evo
120 gr di zucchero di canna grezzo
2 uova
2 pizzichi di sale
Scorza di un limone grattugiata

PROCEDIMENTO

In una ciotola mescolare la farina con il sale, lo zucchero e la scorza di limone, aggiungere l’olio e le uova, amalgamare fino ad ottenere un impasto omogeneo, fare una palla, avvolgerla nella pellicola e farla riposare in frigorifero un’ora.

imageimageimage

Dopo il riposo tagliate un terzo dell’impasto e tenetelo da parte. Il resto stendetelo, come vi dicevo non sarà semplice, l’impasto tenderà a sbriciolarsi, ma se lo fate tra due fogli di carta forno sarà piu facile, appena avete una sorta di tondo trasferitelo nella pirofila precedentemente imburrata e farinata e finite di stenderla con le mani. Versate la marmellata di arance a coprire bene tutta la base.

imageimage

Stendete la parte rimasta di impasto e ricavate delle strisce tagliandole con una rotella da pasta e rifinite la crostata. Infornate a 180 gradi per 20 minuti. Non fatela cuocere di piu, tenete presente che raffreddandosi si indurisce. Lasciatela raffreddare completamente prima di servirla.

 

imageimage

ENGLISH

I love Sunday because it is the only day of the week does not start with that hateful driiinnn alarm, and even the gray and the drizzle today may disturb a relaxing breakfast of homemade tart. I smile as the tasting, it is a smile mixture of satisfaction and surprise, because I’ll tell you honestly, I had no idea how it was coming, I was rather dubious. For the first time yesterday I tried this recipe of pie made of total Enkir flour without butter – replaced by the oil – and when it was time to roll it I said “throw everything” !! The drough was too crumbly, was not blended,  ….. spread it was a challenge! But please do not get discouraged and go all the way! As I imagine it is for everyone, I do not throw away anything, I always try to recycle and not waste, then throw away the dough would be against my nature …. very patiently, slowly I was able to get both the base and strips, aesthetically the result is not the best – the strips broke and I always had to reassemble them – but I assure you tart is delicious, light, soft and crumbly, with that taste a bit rough typical of encore flour  who marries the orange jam very well. It made me suffer but it was worth it, I’ll make it again for sure!

 

WHAT YOU NEED

300 grams of flour Enkir
100 grams of extra virgin olive oil
120 grams of brown sugar
2 eggs
2 pinches of salt
Grated rind of one lemon

METHOD

In a bowl mix the flour with the salt, the sugar and the lemon zest, add the oil and the eggs, mix until a smooth paste, make a ball, wrap in plastic wrap and let rest in the refrigerator one hour.
After resting cut a third of the dough and keep aside. Roll it the rest, as I said it will not be easy, the dough will tend to crumble, but if you do it between two sheets of parchment paper will be easier, just have a sort of round transfer it to the baking dish greased and porridge and finish roll out with the hands. Pour the orange marmalade to cover well the entire base. Roll out the remaining part of dough and cut strips cutting them with a dough wheel and finished the tart.

Bake at 180 degrees for 20 minutes. Do not cook it more, keep in mind that cools hardens. Let cool completely before serving.