Brunch e Snack, Finger food, Pane Pizza e Focacce, Recipes

CRACKERS DI RISO E FARRO

Le mie vacanze sarde sono state caratterizzate da una presenza costante a tavola: il pane carasau, conosciuto anche come “carta da musica”. Che bontà…..al naturale o condito con olio sale e pepe, è irresistibile ! Così sottile da toglierti i sensi di colpa perché pensi ” è così leggero e fine, cosa vuoi che sia” e senza accorgertene sgranocchi per tutto il pasto. E a me piace tanto sgranocchiare !! Peccato non dovrei farlo spesso, o almeno non con il pane carasau , fatto di acqua lievito sale e farina di grano duro che personalmente dovrei assumere una tantum . Ma le vacanze si sa, sono l’occasione perfetta per cadere in tentazione. L’importante è correre ai ripari, e questa ricetta di oggi è un riparo buonissimo 🙂 Ho utilizzato due farine, quella di riso che mi da sempre più soddisfazioni, e quella di farro , che sto imparando a conoscere e che ha molti vantaggi, dà agli alimenti un sapore intenso ma non amaro , è ricca di fibre ed è molto più digeribile della farina di grano duro. Volevo qualcosa da sgranocchiare in serenità , l’ho trovato!!!

COSA VI SERVE – Dosi per circa 30 crackers

  • 100 gr di farina di riso
  • 150 gr di farina di farro
  • 120-130 gr circa di acqua
  • 3 cucchiai di olio evo
  • origano secco qb
  • un cucchiaio di semi di lino
  • un pizzico generoso di sale
  • olio di riso per la spennellatura

Suggerimento: sicuramente un buon olio e un origano profumato aiutano, ma cio che fa la differenza in questa ricetta è la qualità delle farine, sceglietele buone!!! Io ho usato le farine Ruggeri, le trovate anche online !

PROCEDIMENTO

Setacciate le due farine nella ciotola della planetaria, unite l’origano, i semi di lino, l’olio e il sale e iniziate ad impastare con la frusta a foglia, aggiungendo l’acqua a filo . La medesima operazione può esser fatta naturalmente a mano in una ciotola normale. quando l’impasto sarà omogeneo ed elastico trasferitelo su una spianatoia infarinate, fate una palla e lasciatela riposare dieci minuti.

image       image

Schiacciate con le dita l’impasto per renderlo più sottile, aiutandovi con un matterello stendete fino ad ottenere un rettangolo, fate la classica piega a tre e lasciate riposare coperto per 10 minuti.

image          image

Stendete l’impasto con il matterello – mi raccomando fatelo nel verso giusto, il matterello deve essere perpendicolare alle pieghe, questo vi aiuterà ad ottenere un effetto sfogliato – fate nuovamente la piega a tre e lasciate riposare coperto per 10 minuti.

image

Ripetete questa operazione altre due volte ( 4 pieghe in tutto ).

Dividete l’impasto in due parti uguali, stendeteli una alla volta sono ad ottenere un rettangolo di spessore di circa 3 mm . Nel mentre che fate la prima teglia tenete il resto dell’impasto ben avvolto nella pellicola. Con una rotella tagliapasta ritagliate i cracker della dimensione che preferite , trasferiteli su una teglia foderata e spennellateli con un po di olio di riso . Infornate in forno ventilato preriscaldato a 180°e cuocete per circa 15 minuti.

imageimage

Ripete con la seconda parte di impasto.

Fate raffreddare su una gratella e poi conservateli in una scatola di latta o in un barattolo di vetro, si conservano per 3-4 giorni.

image   image   image

ENGLISH

My holidays in Sardinia were marked by a constant presence at the table: carasau bread, also known as “music paper.” That goodness ….. plain or seasoned with oil salt and pepper, delicious ! So thin that take away guilt because you think “it’s so light and fine, what you want is” and without realizing you crunch throughout the meal. And I like so much crunchy food !! Too bad I should  not do it often, or at least not with the carasau bread, made of water salt yeast and wheat flour that personally I should have one off. But you know the holidays are the perfect opportunity to fall into temptation. The important thing is to take remedial, and this recipe today is a very good remedy 🙂 I used two types of flour, the rice that gives me more satisfaction, and that spelled, I’m learning to know and that has many advantages , gives an intense flavor to foods but not bitter, it is rich in fiber and is much more digestible than wheat flour. I wanted something to crunch peacefully, I found it !!!

WHAT DO YOU NEED – Serves for about 30 pieces

  • 100 grams of rice flour
  • 150 g spelled flour
  • 120-130 gr water
  • 3 tablespoons extra virgin olive oil
  • dried oregano to taste
  • a tablespoon of flax seeds
  • a generous pinch of salt
  • rice oil to daub

Tip: certainly a good oil and fragrant oregano help, but what makes the difference in this recipe is the quality of the flour, choose them good !!! I used the Ruggeri flour, you can be found online too!

METHOD

Sift the flours into the bowl of the planetary, add the oregano, flax seeds, olive oil and salt and begin to knead with the whip leafy, adding the flush water. The same operation can be made by hand in a normal bowl. When the dough is smooth and elastic transfer it on a floured pastry board, make a ball and let rest ten minutes.

image   image

Crushed with your fingers the dough to make it thinner, using a rolling pin, roll out to form a rectangle, make the classic three-fold and let stand covered for 10 minutes.

image       image

Roll out the dough with a rolling pin – I recommend do it the right way, the rolling pin must be perpendicular to the folds, this will help you to get a peeled effect – do a three fold again and let stand covered for 10 minutes.

image

Repeat this process two more times (4 folds in all).

Divide the dough into two equal parts, roll it one at a time are to obtain a thick rectangle of about 3 mm. While working the first pan keep the rest wrapped well in plastic wrap dough. With a wheel cutter cut out the crackers the size you prefer, transfer them on a lined baking sheet and brush them with a little rice oil. Bake in a convection oven preheated to 180 degrees and cook for about 15 minutes.

imageimage

Repeat with the second part of dough.

Let cool on a wire rack, then store them in a tin box or in a glass jar, they will keep for 3-4 days.

imageimageimage