Pesce, Primi, Recipes

A CALAMARATA LISCIA

Alzi la mano chi ha poco feeling in cucina con il pesce ma vorrebbe cucinare un piatto squisito e stiloso per i propri ospiti? Io !! 🙂

La coda di rospo, o rana pescatrice, un pesce dal nome poco invitante e dall’aspetto curioso ( ha una bocca enorme!!!), ma con una polpa rosata squisita che risulta tenera sia che lo cuciniate al vapore, sia in forno che in padella.

L’ho scelta per realizzare un primo piatto, combinandola con pochi ingredienti, bilanciati,  per esaltarne il sapore senza coprirlo.

E per un sugo cosi buono ci vuole una signora pasta !! a calamarata liscia !!! una eccezionale pasta di Gragnano che resta magnificamente al dente anche dopo una spadellata .

Il risultato ha sorpreso anche me, oltre ad essere molto buono…..non è anche bellissimo da presentare ????

COSA VI SERVE

  • 300 gr di coda di rospo
  • pomodorini ciliegino rossi qb
  • pomodorini ciliegino gialli qb
  • 1-2 cucchiai di capperi sotto sale
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • qualche foglia di finocchietto fresco
  • sale e olio evo qb
  • 200 gr di pasta di grano duro

 

METODO

Mettete a bollire l’acqua per la pasta e appena bolle buttate la pasta, il tempo di cottura vi basterà per preparare il condimento.

image

Sciacquate la polpa di coda di rospo sotto l’acqua corrente. Asciugatela con della carta da cucina e tagliatela a cubetti, se lo fate con un coltello in ceramica sarà più facile.

image

Preparate i pomodorini tagliati a metà e teneteli da parte in una ciotola.

Lavate i capperi sotto l’acqua corrente per eliminare il sale e asciugateli con della carta da cucina.

In una padella grande leggermente oliata scottate la polpa del pesce , appena si rosola sfumate con il vino bianco, lasciate evaporare e subito dopo aggiungete i capperi, qualche foglia di finocchietto e aggiustate di sale. Per ultimi i pomodorini che devono solo leggermente stufare ma senza sfaldarsi.

image

Nel frattempo sarà pronta la pasta, scolatela ancora al dente direttamente nella padella e finite la cottura aggiungendo un filo di olio evo e  amalgamando bene con il resto del condimento.

Impiattate aggiungendo ancora qualche foglietta fresca di finocchietto e un po di pepe verde.

image

Una variante per chi è intollerante al glutine: usate una buona pasta di mais , si sposa divinamente con questo sugo !!

 

ENGLISH

Hands up who has little feeling in the kitchen with the fish but would like to cook a delicious dish and stylish for their guests? Myself!! 🙂

The monkfish,  a fish from the uninviting name and curious look (it has a huge mouth !!!), but with an exquisite pink pulp that is tender steamed, baked in the oven and also in a pan.

I chose it to make a first course, combining with few ingredients, balanced, to enhance the taste without covering.

And for such a good sauce it takes a lady pasta !! ” a’calamarata liscia ” !!! an extraordinary Gragnano pasta perfectly keeps cooking even after a sautéed.

The result surprised even me, besides being very good ….. it’s also very nice to serve !!

WHAT YOU NEED

  • 300g monkfish
  • red cherry tomatoes to taste
  • yellow cherry tomatoes to taste
  • 1-2 tablespoons salted capers
  • 1/2 cup dry white wine
  • a few leaves of fresh fennel
  • salt and extra virgin olive oil to taste
  • 200 gr durum wheat pasta

METHOD

Cook the pasta in a large pot in salted boiling water, the cooking time will be enough to prepare the sauce.

image

Rinse the chopped monkfish under running water. Pat dry with kitchen paper and cut it into cubes, if you do it with a ceramic knife will be easier.

image

Prepare the tomatoes cut in half and keep aside in a bowl.

Rinse the capers under running water to remove the salt and pat dry with kitchen paper.

In a large pan lightly oiled seared the flesh of the fish, just browns simmer with white wine, let it evaporate, then add the capers, a few leaves of fennel and season with salt. For the last few tomatoes that have only slightly stew but without flaking.

image

Meanwhile it will be ready the pasta, drain al dente directly into the pan and finish cooking by adding a little oil evo and mix well with the rest of the sauce.

Serve adding a few fresh skim fennel and a little green pepper.

image

A variation for those who are intolerant to gluten: use a good corn dough, goes divinely with this sauce !!